Chi sono

Probabilmente non poteva andare diversamente, è dagli anni 80 che sono con le mani in pasta, precisamente in pastella. Quello per il cibo è un amore radicato nella mia persona, un rapporto viscerale che prescinde dal puro bisogno di mangiare e di saziarsi.
Chi mi conosce lo sa, raramente mangio due volte di seguito la stessa cosa, questo vezzo mi spinge a preparare assiduamente nuovi piatti, probabilmente centinaia in un anno.
Dipende da diversi fattori: dalla stagione, dalla reperibilità di un alimento, dalla curiosità, dalla voglia…
Questo blog nasce quindi, come diario e non come pretesto per atteggiarmi a fashion social hipster food blogger.